Bruna Scalabrin

Foto BrunaBRUNA SCALABRIN è psicologa clinica e psicoterapeuta in formazione ad indirizzo cognitivo – costruttivista. Specializzata nel sostegno psicologico riguardante l’infertilità e la gestione di gravidanze difficoltose. Si occupa pure di diagnosi, consulenze e terapie di bambini, adolescenti e adulti. Qualificata altresì per il counseling di coppia e il supporto alla genitorialità. Realizza inoltre e conduce sul territorio progetti rivolti alla promozione del benessere della comunità. Tiene, infine, corsi formativi e di perfezionamento ad operatori dell’ambito socio-sanitario. Libero professionista presso il Cento Psicologico e Pedagogico Meratese di Cernusco Lombardone da gennaio 2017.

Curriculum Vitae:

Laureata cum laude in Scienze e Tecniche Psicologiche nel 2009 all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi dal titolo “La Mediazione Familiare: non più coniugi, ancora genitori”, consegue poi nel 2011 presso lo stesso Ateneo, sempre con il massimo dei voti e lode accademica, la Laurea Magistrale in Psicologia Clinica – salute, relazioni familiari e interventi di comunità – trattando dei “Processi decisionali nelle coppie che ricorrono alla Fecondazione Assistita”.

Dopo il tirocinio post lauream all’interno di un reparto ospedaliero di Riabilitazione Psichiatrica, nel 2013 supera l’Esame di Stato in Psicologia e si iscrive all’Ordine degli Psicologi della Lombardia con il numero 03/16119.

Per ottenere il titolo di psicoterapeuta, anche al fine di ottimizzare la preparazione in ambito clinico ed elaborare un modello personale di trattamento, si iscrive nel 2014 alla Scuola di Formazione in Psicoterapia “Centro Terapia Cognitiva” di Como.

L’interesse in materia di Procreazione Medicalmente Assistita inizia sin dai tempi dell’Università; da allora ha quindi accompagnato e seguito come psicologa – libero professionista persone e coppie che hanno deciso di intraprendere l’iter medico necessario (IUI, FIVET, ICSI, IVM, ecc.) per realizzare il loro tenace desiderio di genitorialità, in collaborazione con ginecologi, andrologi e biologi che lavorano nei Centri autorizzati di I e II livello. Da qui è maturata una solida esperienza con numerosi casi di gravidanze difficili (diagnosi di infertilità primaria o secondaria/ maschile, femminile, di coppia o sine causa, dovute principalmente a: disordini mestruali e cicli irregolari; eccessiva magrezza vs. obesità; ridotta riserva ovarica; menopausa precoce; endometriosi; sindrome dell’ovaio micropolicistico; fibromi; gravidanze extrauterine; poli-abortività; morte perinatale; malattie croniche come diabete, patologie della tiroide, celiachia; ecc.) di pari passo al costante e metodico aggiornamento, tuttora in corso.

Parallelamente, per ampliare la padronanza di questo impegnativo quanto affascinante ambito, ha svolto diverse esperienze pratiche di tirocinio, volte a migliorare la propria professionalità: da un lato in un Centro di Medicina Riproduttiva del territorio, dall’altro presso un ente autorizzato nelle Adozioni Internazionali, opzione spesso considerata dalle coppie quale valida alternativa alla generatività biologica.

Infine, come esperta di infertilità, ha acquisito altresì competenze nel campo della Fecondazione Eterologa (Ovodonazione, Spermodonazione, Embriodonazione), ancora prima che essa diventasse legale in Italia, lavorando con le diadi che si rivolgevano a Centri specializzati di PMA all’estero.

Pertanto, il supporto psicologico che accompagna la transizione alla genitorialità – nelle sue più disparate espressioni a seconda delle scelte dei suoi diretti protagonisti – facilita il percorrere una strada tanto incerta e sempre imprevedibile. Riconoscere in se stessi il desiderio di maternità/paternità e dedicarsi alla ricerca di un figlio è un bisogno assolutamente e profondamente umano; per queste ragioni ogni volta che la sua realizzazione si discosta dai tempi e dai modi dell’immediato e del possibile genera dolore. Dolore che può essere esplorato e superato nell’inevitabile altalena tra speranza e paura, attesa fiduciosa e frustrazione, impegno e impazienza.

L’esperienza con le coppie in qualità di psicologa dell’infertilità si accompagna poi al trattamento della psicopatologia nelle diverse età evolutive, non solo quindi adulti, ma anche bambini e/o adolescenti. Ogni essere umano può infatti sperimentare delle situazioni problematiche che lo mettono alla prova; con un buon supporto psicologico tale condizione di malessere e sofferenza emotiva può essere vista come un’occasione per conoscere meglio se stessi, i propri limiti e soprattutto le proprie potenzialità. Bisogna passare attraverso quel dolore e trovare nella crisi un’opportunità.